Business travel sostenibile: work in progress per Sarce

by Gian Marco in Travel

Ha inizio una ricerca su Travel Management e impatto Green

Il passaggio alla green economy implica la capacità di innovare non solo cicli produttivi e consumi, ma anche approcci culturali e stili di vita. Questo il monito di Roberto Morabito, coordinatore  del gruppo di lavoro sull’eco innovazione del Consiglio Nazionale della Green Economy. In sintesi: l’efficienza green non riguarda solo il comparto dell’industria, ma tocca da vicino anche quello dei servizi. Ed è qui che deve dare una mano la creatività accompagnata da approcci scientifici  e da una buona dose di determinazione. Soprattutto se si è di fronte a quelle cifre di bilancio che in momenti di recessione consiglierebbero “remi in barca”.

In Sarce  ha inizio una ricerca condotta sul tema travel management e impatto green. Una volta c’era chi temeva che approcciare la mobilità green significasse solo far lievitare i costi (24%); chi non si fidava della vera anima sostenibile dei fornitori;  chi addirittura non aveva ben presente neppure cosa fosse la Csr (15%); chi lamentava mancanza di informazioni tecniche e legislative. Oggi invece è ben chiaro come le strategie di CSR svelino delle efficienti economie.

Sta nascendo così in Sarce un reparto di studio e analisi delle soluzioni e degli strumenti per la programmazione e la gestione di mobilità sostenibile anche nei viaggi di lavoro.

Fa parte di questo percorso anche la certificazione ambientale Iso 14001. Cominceremo col rendicontare e compensare tutta la CO2 prodotta durante i viaggi di lavoro con un’importante ricaduta sulle aziende clienti che possono darne evidenza all’interno del proprio bilancio sociale, ma è solo l’inizio…

Sulla nostra sezione notizie troverete tutte le novità, in tempo reale.

L’efficienza green non riguarda solo il comparto dell’industria ma tocca da vicino anche quello dei servizi.