Tracciabilità e Rintracciabilità: Sarce ti indica la strada

by Francesco Alberti in ERP

La tracciabilità alimentare è un passaggio fondamentale per garantire la sicurezza di quello che le aziende alimentari producono e portano sul mercato
L’obiettivo di questo processo è quello di garantire massima sicurezza indicando e controllando l’intero percorso di produzione che l’alimento ha fatto, prima di arrivare sulle nostre tavole. Specificando luogo d’origine delle materie prime e luogo di lavorazione si potranno evitare le contraffazioni e permettere al consumatore una scelta consapevole.
Attenzione però, perché tracciabilità e rintracciabilità alimentare non sono la stessa cosa. Quale è la differenza?

Tracciabilità

è il processo che indica il percorso di un alimento (o prodotto) attraverso tutti i passaggi della filiera produttiva.

Rintracciabilità

è il percorso inverso, o meglio, la garanzia di poter percorrere a ritroso il viaggio: dal prodotto finale alla materia prima.

Per legge, tutti i componenti della filiera di produzione devono essere raccolti e catalogati nella tracciabilità alimentare. Prendiamo ad esempio l’industria della macellazione: la carne arriva sul bancone del macellaio solamente dopo una verifica accurata. Dal codice di riferimento dell’animale macellato alle modalità nelle quali è stato nutrito durante la sua crescita. Dall’olio al pesce, dal miele ai prodotti congelati fino al latte fresco: la tracciabilità alimentare riguarda tutti i prodotti che arrivano alla piccola o alla grande distribuzione.
Per il produttore è dunque fondamentale poter disporre di informazioni organizzate, corrette e sempre disponibili. Quale è stato lo sviluppo di questi concetti in campo gestionale e digitale? Come fare a creare un raccoglitore e gestore di processi sempre aggiornato?

La soluzione è stata la nascita di ERP settoriali dedicati. Si tratta di software progettati o specificatamente settati per rispondere alle criticità che un’azienda del settore alimentare si trova ad affrontare.
Automatizzare opportunamente la gestione dei processi operativi significa anche seguire il prodotto nella filiera, individuarne l’origine, raccogliere le informazioni qualificanti. Con i potenti strumenti di rintracciabilità offerti dall’ERP viene garantita l’ottemperanza delle precise disposizioni sulla sicurezza alimentare e il pieno soddisfacimento di parametri ben definiti.

Quale è dunque la soluzione ERP migliore per il settore alimentare? Sarce, che ha raccolto nella food valley tutta la sua esperienza su un settore sempre in crescita, ha la risposta.