I 5 mega trend della digital innovation

by Francesco Alberti in Innovation

Oggi si parla moltissimo di digital transformation e innovazione ma questi temi rimangono sempre collegati alla capacità di bilanciare gli investimenti tecnologici per finanziare una migliore efficienza del business. Detto questo, quali sono le strategie digitali più innovative per le aziende? 

Ecco la top 5 della trasformazione digitale.

IT as a Service

L’ IT as a Service (ITaaS) è un metodo che tratta l’information technology come una commodity, fornendo un’ impresa esattamente la quantità di hardware, software, e il supporto di cui ha bisogno per un  canone mensile concoradato. Comprende tutte le tecnologie per la creazione, l’archiviazione, lo scambio e l’utilizzo di dati aziendali. L’IT as a Service garantisce investimenti minimi, analisi predittive sulle spese, scalabilità, aggiornamenti continui e servizi di manutenzione di qualità.

Iperconvergenza

Il tema della governance è, per definizione, il controllo che si può generare solo se si ha una chiara supervisione dell’installato a livello di: hardware (fisso e mobile, fisico o virtuale, in house o in cloud), di software (dai gestionali alle app, dai middleware alle soluzioni di monitoraggio e di controllo) e di risorse al servizio della gestione ICT (networking cablato e non, soluzioni Wi-Fi, sensoristica). Necessaria è anche la visione completa dei costi dei costi legati alle necessarie attività di manutezione e aggiornamento e dei rischi legati a malfunzionamenti, anomalie e vulnerabilità dei sistemi. Oggi l’obiettivo è saper mettere insieme automazione, standardizzazione, consolidamento, virtualizzazione e cloud con l’unico scopo realizzare in tempi brevi un’architettura di supporto al business estremamente agile, affidabile, performante e sicura. Il futuro è l’iperconvergenza: un unico cruscotto centralizzato per la governance aziendale in cui controllare tutte le app e i tool installati.

Customer Relationship Management 3.0

Il potenziamento delle relazioni collegato ai nuovi sviluppi del Web, l’arrivo dei social e una gestione della tecnologia mobile che ha parzialmente risolto il problema del digital divide ci ha reso tutti connessi e comunicanti: siamo diventati tutti utenti, ognuno con dei bisogni precisi, clienti compresi. Gli schermi touchscreen dei telefonini e l’universo delle app stanno aiutando le aziende a costruire più solide relazione con i propri utenti, instradando flussi di informazioni più efficaci che da un lato supportano al meglio la produttività individuale e, dall’altro, aiutano a tracciare i comportamenti e le esigenze per allineare meglio i servizi e l’offerta (non a caso gli ERP aziendali hanno integrato moduli sempre più sofisticati e diversificati sulla gestione di più livelli di relazione, dai social al mobility management).

Il CRM 3.0 sarà una soluzione decisiva in molte organizzazioni.

Business Intelligence e Big Data Management

Informatizzare i processi significa automatizzare le procedure di business, potendo gestire così al meglio le informazioni associate, ottimizzare i costi, velocizzare la gestione e migliorare le procedure. Questo processo genera volumi enormi di dati che, per essere utilizzati, devono essere organizzati secondo nuove logiche di archiviazione, ricerca e accesso.

I sistemi di Business Intelligence sono sempre più sofisticati ma ci sono ancora molte informazioni che vanno capite, organizzate e veicolate secondo logiche di aggregazione più funzionali. Gestire la Business Analytics per avere il controllo su moli di informazioni crescenti deve diventare una delle attività primarie per le aziende: oggi lo sviluppo degli algoritmi, dei database e dei sistemi di interrogazione consente una BI evoluta a supporto di una gestione estremamente più dinamica.

Internet of Things e “smartizzazione” degli oggetti

Oggi non sono più soltanto i pc ad essere connessi al mondo delle informazioni e, in generale, dei servizi. Ci sono i tablet, i totem interattivi, le smart card, stanno arrivando vestiti intelligenti e sono già sul mercato occhiali od orologi smart.

La smartizzazione degli oggetti sta rivelando nuove modalità di interazione e di relazione, quello che è indiscutibile è che la progettazione del business nella IoT cambia in modo radicale. Internet of Things significa imparare ragionare d’anticipo perchè il business non può farsi cogliere impreparato e gli oggetti comunicanti devono essere pronti su ogni aspetto: sicurezza, accesso alle informazioni, design, interazione e integrazione con l’ecosistema digitale fatto di altri oggetti comunicanti.

Sarce è partner dei più grandi player sul mercato per ogni ambito sopra descritto: grazie alle nostre collaborazioni con Microsoft, Kaspersky, Cisco, Check Point, Sage ecc. Siamo in grado di accompagnarvi nel cambiamento del vostro modo di fare business. La rivoluzione è in corso e porta nuove idee per migliorare il modo di lavorare di tutti, noi siamo il tuo mezzo per farlo.